In questi giorni mi sono ritrovata a dover prendere una decisione difficile e definitiva e nell’incertezza che mi attanagliava il cuore, una sera, gli occhi rivolti verso il cielo, ho chiesto aiuto a mia madre, che (ci) manca ormai da 25 anni. Così ho scoperto che in tanti anni di sofferenza per la sua perdita e con un trascorso di vita non proprio facilissimo, non lo avevo mai fatto prima, quasi non la volessi disturbare e sicura che in qualche modo ce l’avrei fatta da sola, sempre non volendola coinvolgere nei miei guai. Invece l’altra sera l’ho proprio petulata a dirla tutta… A quel punto, non me ne sono neanche accorta, tutto è andato come doveva e mi sono ritrovata sicura e persino felice della mia decisione ma avevo fatto tutto io, nessun ‘segno dall’alto’ sembrava essere giunto.

Mi sbagliavo invece ed oggi lo so. Perché ci voleva un coraggio immenso per dire punto a capo e fino ad oggi non lo avevo riscontrato in me se non nelle necessità più gravi. Me lo ha ricordato Lei, ne sono sicura…è il suo stesso coraggio, quello che l’ha fatta sempre combattere con tenacia…quello di cui avevo bisogno veramente per capire che non si può vivere nel dolore troppo a lungo.

Così, a chi qualche tempo fa mi ha dedicato Ci sei sempre stata di Ligabue, “chi ti ha fatto gli occhi e quelle gambe ci sapeva fare, chi ti ha dato tutta la dolcezza ti voleva bene”, riferendosi a Lei, posso dire che mi ha dato anche tutto il coraggio necessario per essere finalmente felice, proprio come tutte le mamme desiderano per i propri figli.

Grazie Mamma

Annunci